La Riviera delle Palme e la Bandiera Blu

Il territorio che riceve la ambita certificazione: la Bandiera Blu

La Riviera delle Palme oggi va a determinare un tratto costiero marchigiano che abbraccia i 3 comuni di San Benedetto del Tronto, Cupra Marittima e Grottammare.

La storia di questa terra vuole però che ci sia stata un’evoluzione, infatti un tempo la denominazione Riviera delle Palme indicava la sola città di San Benedetto del Tronto, nella quale erano state impiantate circa 8.000 palme, sparse in tutti i viali e nelle zone verdi.

Il lungomare in particolar modo divenne il simbolo di questa definizione, progettato nel 1931 dall’ingegner Luigi Onorati.

Per l’epoca rappresentava una riqualificazione urbanistica già molto corposa, che si è pian piano estesa per oltre 6km, ed è stata modificata ed integrata negli anni grazie al lavoro dell’architetto Farnush Davarpanahed, con l’inserimento di ulteriori aree svago, fontane, spazi verdi ed una pista ciclabile, tutti fatti con materiali molto pregiati.

Dall’anno 2000 inoltre è stato creato un consorzio turistico che porta proprio il nome di Riviera delle Palme, il quale si occupa di valorizzare e far conoscere turisticamente questo spettacolare territorio in tutto il mondo, organizzando iniziative ed eventi che coinvolgono oltre ai 3 comuni coinvolti anche molti altri borghi dell’entroterra.

La bandiera blu assegnata a San Benedetto del Tronto

La Fondazione per l’educazione ambientale a Roma ogni anno conferisce il prezioso riconoscimento della Bandiera Blu ai migliori lidi italiani.

Da pochi giorni è stato riconfermato il prestigioso vessillo anche alla città di San Benedetto del Tronto, concessogli ormai dal 1999, tranne per un solo anno, soddisfacendo tutti gli standard richiesti dalla rigorosa selezione basata sulla qualità ambientale, dell’acqua, dell’aria, dei rifiuti e dei servizi turistici.

bandiera blu san benedetto del tronto

Un grande riconoscimento che dona orgoglio alla città per il lavoro costante degli enti pubblici e privati che si occupano della tutela e manutenzione di un ambiente incontaminato.

La Riviera delle Palme vanta ormai ben 3 località nominate e riconfermate negli anni. Considerando anche Grottammare e Cupra Marittima, delle 17 totali conferite alle Marche, terza classificata tra tutte le Regioni italiane solo dopo Liguria e Toscana.

La bandiera blu viene assegnata alle località turistiche balneari che rispettano criteri legati alla gestione sostenibile del territorio. Il suggello per tanto lavoro e gestione che valorizza il territorio. Molte persone credono che si tratti di un premio per la bellezza delle spiagge, ma in realtà la bellezza può essere il risultato finale di cura e pulizia del mare e delle spiagge e degli approdi turistici.

Finalmente la regione Marche raggiunge una visibilità maggiore anche per le località balneari del territorio del sud. Negli anni la scarsa pubblicità non ha permesso di comunicare la bellezza e la tranquillità di cittadine che possono essere considerate destinazioni ideali, soprattutto per le vacanze estive.

L’elenco delle spiagge italiane è a questo pdf